13 luglio 2009

PD e questione morale

Mi sono stupito del fatto che si sono subito prodigati a cacciare lo stupratore romano dal PD.
Marino con un'uscita poco felice ne ha sollevato la questione morale.
A me pare strano come, in un paese di garantisti, la condanna per questo indagato è stata immediata pur essendo il segretario di un circolo. Mentre per alcuni soggetti condannati con sentenza definitiva che siedono in parlamento la questione non si apre. C'è una bella differenza tra un indagato che rappresenta un circolo e un condannato che rappresenta il paese. Questa è la differenza tra avventarsi contro lo sconosciuto, che non ho alcun interesse a difendere, e salvare il compare turiddu.
Pubblicato da iraniano a 17:03 | 0 commenti  
Iscriviti a: Post (Atom)