15 settembre 2009

ri-Costruzione a qualunque costo

Questa sera in gran fanfara, peraltro obbligata per i teledipendenti, si prepara la consegna delle prime abitazioni ai terremotati d'Abruzzo. Mr.B ne ha fatto una questione d'onore e credibilità. C'è da dire che le costruzioni delle new town stanno andando in fretta, considerata la pachidermica lentezza italiana e questo è un bene pensando a chi deve dormire a l'agghiaccio. Tuttavia nella foga e necessità di fare in fretta mi permetto di fare alcuni conti. nei comuni intorno a L'aquila (quelli nei quali sono previsti i nuovi insediamenti) il prezzo al metro quadro di un immobile di nuova costruzione oscillava tra i 1600 e i 1800 nel II semestre 2006 (dati qui) sempre sul sito FIAP si evidenzia per il 2007 una lieve riduzione di prezzo...altro non è disponibile. tengo per buono il riferimento al II sem. 2oo6. Questi i costi delle nuove abitazioni appaltate (dati qui) da cui emerge, ipotizzando 4000 case (così dichiarate) di 75mq, un costo al mq di 2370. Questo è il costo non il prezzo di vendita, tra l'altro al netto del terreno e francamente mi pare un po' tantino. Se cementificazione doveva essere è stata fatta nell'interesse di pochi a spese degli italiani e degli abruzzesi che si aggiudicano 2 appalti su 16. Naturalmente le case sono fornite di televisore e santino "Silvio ovunque proteggimi".
Pubblicato da iraniano a 15:32 |  

0 commenti:

Iscriviti a: Commenti sul post (Atom)