6 febbraio 2008

Che fine farà la cosa rossa?

Ammesso che le dichiarazioni di uolter in questi giorni tengano, c'è da chiedersi che fine farà la cosa rossa? Se la leva principale delle sinistre rimane quella del 2006: altrimenti torna Berlusconi. Allora è possibile che una buona parte degli elettori di questa lista preferiscano"turarsi il naso e tapparsi le orecchie" ma votare PD - poco probabile forse ma comunque più forte su piazza - come unica alternativa disponibile antiberlusconi? Gli effetti potrebbero essere importanti. Nasce un nuovo soggetto, o una federazione, che muore sul nascere.
La Repubblica qualche giorno fa pubblicava una serie di sondaggi con le ipotesi di schieramenti a sinistra e a destra, devo dire che da questi non si notava alcun drenaggio di voti da cosa rossa verso il PD in solitario, ma il sondaggio non era tarato per questo né in termini di quesiti né nei tempi di registrazione delle risposte. Vedremo.
Pubblicato da iraniano a 14:45 |  

0 commenti:

Iscriviti a: Commenti sul post (Atom)